2021 / 2022


<< torna all'elenco

Il club Qarinis, il progetto nazionale e distrettuale, la scuola e gli alberi.

Nel giorno dedicato già dal 1898 alla festa dell’albero, istituita dall’ allora Ministro della Pubblica Istruzione Guido Baccelli, anche noi consapevoli dell’aver cura dell’ambiente, abbiamo voluto condividere l’esperienza dei cittadini dell’Istituto Calderone, dai più piccoli studenti ai più grandi. Gli alunni, impegnati nello studio dell’ecosistema, hanno piantato nell’area verde interna della scuola i piccoli arbusti offerti dal club, adottandoli. Appartengono alla specie woscingtonia filiforme e nel nome evocano il generale Washington al quale furono dedicate perché padre della patria e per i suoi meriti di appassionato creatore di giardini. Sono anche il riconoscimento della coscienza civica senza confini geografici che, dall’arbor day ideato nel 1872 da Sterling Morton, Governatore dello Stato del Nebraska, all’Europa, all’Italia e a noi, mantiene ferma la direzione educativa e protettiva dell’ambiente dedicando un giorno all'anno alla piantagione di alberi. Sottolineano che dovunque ci si trovi, ne siamo tutti responsabili, come i piccoli studenti della Calderone.La dirigente Claudia Notaro ha confermato la grande sensibilità degli insegnanti perché, ha detto, le piante rappresentano una delle dimensioni dell’ecosistema, polmone di ossigeno per la nostra salute e serenità dei nostri pensieri. Ha aggiunto che nella semplicità dell’esperienza diretta la scuola ritrova il modo più efficace per costruire partecipazione ed emozionalità che lasciano il segno. Non possiamo che condividere. Gli arbusti diventeranno grandi e piace credere che anche gli alunni da grandi possano ritornare a vedere le piante adottate. Ogni albero in fondo scandisce il tempo e il senso della loro esperienza, con radici forti in famiglia e nel territorio e la ricerca di spazi per il proprio successo, per la coscienza ecologica e la consapevolezza, sempre e dovunque. .Il linea con il progetto dell'Inner, la fierezza di essere cittadini attenti all’oggi che è già futuro.