2021 / 2022


<< torna all'elenco

Le antiche pere dell'Emilia Romagna

Domenica 12 settembre 2021 nella Palazzina Liberty dei Giardini Margherita si è tenuto il convegno: UN PATRIMONIO NATURALE, CULTURALE ed una MEMORIA DA CONSERVARE promosso dall’Inner Wheel Club di Bologna per favorire ed accrescere la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione dei frutti antichi autoctoni. Sono intervenuti il prof. S. Sansavini (DISTAL - Università di Bologna), la dott.ssa Rosella Ghedini (Servizio Patrimonio Culturale della Regione Emilia Romagna) e la dott.ssa Elisabetta Landi (già Servizio Patrimonio Culturale della Regione Emilia Romagna). Essere sensibili all’ambiente che ci circonda è un impegno improrogabile, un obiettivo da perseguire, una sfida a cui puntare, un percorso da condividere con tante più persone possibili, un sogno per noi socie Inner da tramutare in realtà! I frutti antichi sono espressione di un valore che può racchiudersi in un concetto: quello di biodiversità, l’agrobiodiversità, nel caso in esame, intesa come il risultato del processo evolutivo che ha generato, attraverso la attività agricola del passato, la molteplicità di animali e vegetali addomesticati. I frutti dimenticati da anni conoscono un crescente interesse: il mondo della ricerca guarda con attenzione particolare alle vecchie varietà anche al fine del loro riutilizzo nell’agricoltura sostenibile e nelle biotecnologie, per contribuire al miglioramento genetico e per individuare nuove cultivar di alto profilo nutrizionistico e salutistico. Non possiamo infine non ricordare che il tema dell’agrobiodiversità ha importanti connessioni anche con la conservazione dei paesaggi agrari tradizionali, oggetto di tutela a livello internazionale, e con la ricchissima tradizione gastronomica che caratterizza il nostro paese, con differenze da luogo a luogo anche all’interno di una stessa regione. Nel corso dell’incontro è stato presentato il volume “Antiche Pere dell’Emilia Romagna”