Amiche carissime,
ci avviamo a scrivere una nuova pagina della nostra pluriennale storia, intrisa di grande passione, di sentimenti e di costante impegno nel servire al di sopra di ogni interesse personale.

Una storia che si alimenta di progetti di tante donne che in varie parti del mondo si spendono nell’offrire il loro contributo al processo di sviluppo socio-culturale dei territori e delle fasce più deboli delle popolazioni; tutto ciò, avendo come riferimento un modello operativo che, improntato a collaborazione ed armonia di rapporti, richiede comunque l’osservanza di regole puntuali e condivise.

Questa storia ci fa carico di una grande responsabilità di cui dobbiamo tenere conto, affinché il patrimonio di valori che abbiamo ereditato sia tramandato alle nuove generazioni, recependo per tempo l’esigenza di assicurare all’Inner Wheel un futuro sempre più prospero.

Lavoreremo in questa prospettiva per rendere la nostra Inner più grande e più efficace nel suo operare, più adeguata ai tempi che viviamo.
Siamo tutte impegnate a favorire le migliori condizioni di serenità e di dialogo costruttivo, affinché in ogni momento possiamo percepire quel legame di amicizia che accresce in noi il senso di appartenenza e che ci rende particolarmente orgogliose di essere Donne Inner.

“Together we can” è il motto con cui la Presidente Internazionale, Phillis Charter, pone in evidenza il particolare valore del “ lavorare insieme”, un valore che continueremo a coltivare nella consapevolezza che coesione e unitarietà di azione rendono realizzabili i progetti, anche i più ambiziosi.

Gli eventi programmati – Assemblee distrettuali, Forum, Anniversari e tanto altro ancora – saranno splendide occasioni per rivederci, conoscerci, vivere e condividere, mie care Amiche e compagne di viaggio, i momenti più significativi della nostra attività e la grande gioia del servire.

Brindiamo idealmente al nuovo anno sociale con l’augurio di essere ancor più motivate e determinate, Donne leader nella solidarietà, con l’ambizione di rendere migliore la società.

Lina