2020 / 2021


<< torna all'elenco

Quando Picasso si innamorò di una ciociara. Modelle di Ciociaria di Stefania Capoccetta Salvadori

Provenivano, la maggior parte, dalla Valcomino, un territorio povero, dedito alla pastorizia con poche prospettive di lavoro, all’epoca provincia del regno di Napoli. Emigravano in gruppi di famiglie, spinti dal bisogno: erano ciociari e si prestavano a posare per gli artisti. Nasceva così un mestiere: il modello. Oggi idealizzato e ambito. Molti capolavori debbono a loro il proprio successo. Diretti a Roma, a Parigi, a Londra , hanno lasciato i loro volti , la loro bellezza a perenne memoria della storia dell’Alta Terra di Lavoro che costringeva i suoi figli ad emigrare. Un lavoro importante sul tema lo ha svolto il prof. Michele Santulli, specializzato nella pittura del XIX secolo , le cui pubblicazioni sulla presenza dei modelli ciociari nella storia dell’arte europea tra il XIX ed Il XX secolo, ha offerto un a conoscenza più approfondita di molti capolavori pittorici e scultorei dell’arte occidentale.( Continua nella sezione "Documenti)