2020 / 2021


<< torna all'elenco

Presentazione del libro"La prigione di carta"

Sabato 10 Ottobre 2020,alle ore 17,00,nella Sala Erica in piazza Santini di Capaccio Scalo, il Club PaestumCitta delle Rose ha dato inizio alle sue attività con la presentazione del libro"La prigione di carta"di Marco Onnembo in collaborazione con l'associazione Pro locoSilarus di Capaccio Paestum. Rispettate tutte le norme previste: mascherina obbligatoria , distanziamento ,misurazione della temperatura La Presidente del club, Lydia Tucci Palo, in apertura, ha ringraziato il Sindaco e la Giunta comunale di Capaccio Paestum per l'ospitalità e il Presidente della Pro Loco Silarus, dr. Vincenzo Patella, per la partecipazione. La presentazione del libro è inserita nella programmazione annuale del Club sul tema internazionale"Guidare il cambiamento". Il romanzo"La prigione di carta"di Marco Onnembo, presentato davanti a un pubblico attento e sensibile, è stato pubblicato, a giugno 2020,dalla Sperling e Kupfer editrice. L'autore, giornalista di professione con un curriculum formativo e lavorativo esemplare per la sua età, dopo aver assistito al diffondersi talora esasperato della digitalizzazione, sopratutto in ambito letterario_umanistico comincia ad interrogarsi sui riflessi negativi che essa avrà per la formazione culturale e fisica dei giovani. La storia di un professore di scrittura creativa, Malcom King, idealista, innamorato della cultura umanistica che rifiuta l 'abolizione della scrittura e dei librii, imposta dal governo e , per questo condannato all'ergastolo, offre allo scrittore la possibilità di una riflessione sull'impatto che la digitalizzazione ha nella nostra società. Galassia Gutenberg diventata Galassia Elettronica". Le innovazione i tecnologiche infatti, rendono più facile la lettura ma il contatto con la carta e la penna è simile a un "Afrodisiaco'per chi le ama. I nativi digitali del nostro tempo devono essere guidati alla scoperta del piacere di scrivere e leggere la carta stampata. Agli adulti, alla scuola e alle innerine l'arduo compito