Eventi


<< torna all'elenco

Per non dimenticare.

Il 27 Gennaio, giorno in cui ricorre il 75° anniversario della liberazione dai campi di sterminio nazisti, presso il Liceo delle scienze umane è andata in scena una rappresentazione teatrale durante la quale l'attore protagonista Massimo Leggio ha ripercorso il dramma dell'olocausto dalle leggi razziali fino al processo di Norimberga, accompagnato dalla colonna sonora del film "La vita è bella", eseguita con le note di un pianoforte e il doice e struggente suono di un violino. Ai numerosi alunni che hanno seguito con molto interesse si è voluto dare il messaggio che ci ha trasmesso Primo Levi: " nell'odio nazista non c'è razionalità, è un odio che non è in noi, è un frutto velenoso nato dal tronco funesto del fascimo, ma è fuori ed oltre il fascismo stesso. Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perchè ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte e oscurate, anche le nostre".