Eventi


<< torna all'elenco

Non solo 25 novembre

Il 25 novembre, data in cui ricorre La Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, l'Inner Wheel, il Soroptimist e la Fidapa hanno organizzato presso il Teatro Eschilo una tavola rotonda per dissertare sulle tematiche inerenti a tale grave piaga sociale. La moderatrice avv. V: Altamore introduce i lavori evidenziando la connessione tra due tematiche: violenza contro le donne e violenza contro i bambini che ne subiscono le conseguenze. La dott.ssa M.G.Giuffrida, Presidente del Tribunale degli Innocenti di Firenze, afferma che la violenza non solo fisica ma anche psicologica è figlia di una cultura sbagliata e definisce il femminicidio un dramma sociale causato dagli uomini. I dati Istat indicano che il numero delle donne che denunciano è aumentato ma spesso il femminicidio è una conseguenza della denuncia, una reazione ai tentativi della donna a sottrarsi agli atti di violenza; anche il figlicidio: l'uomo non potendo colpire la propria donna, cerca di farle del male provocando ulteriore male alle persone a cui è legata. Svolgono un'azione importante i centri che danno accoglienza alle donne vittime di violenza, dove vengono aiutate progressivamente a diventare autonome. Importanza che viene confermata dalla signora.Squadrito, madre di Giordana, uccisa dopo anni di violenze denunciate e non ascoltate, che ha fondato a Catania l'associazione "Io sono Giordana". La psicoterapeuta S. Pagano evidenzia che il femminicidio è un grave dramma sociale causato da uomini che, non riuscendo ad accettare un rifiuto, non dimostrano la loro forza ma la debolezza che sfocia nella violenza. Si può contrastare il triste fenomeno cercando di comprenderne i fattori di rischio e i campanelli di allarme sui quali intervenire e soprattutto con la prevenzione, da affidare alla Scuola ,alla Magistratura ,alle Forze dell'ordine per educare le nuove generazioni ad una vera e propria cultura dell'uguaglianza.