Storia


Il Club è stato fondato il 7 Giugno 1983 con molto entusiasmo anche per rafforzare il rapporto di amicizia già esistente tra le Socie ed attuare, in parallelo con il Rotary, un programma di servizio che rendesse operativi i nostri ideali.
Consegnataci la Charta il 10 Dicembre 1983 alla presenza delle Autorità Inner Wheel, a distanza di trent' anni possiamo riconoscere di esserci sempre ispirate senza tentennamenti ed in perfetta convinzione alle finalità e agli obiettivi statutari.
"Promuovere la vera amicizia" è stata una volontà costante e comune: i momenti belli e quelli brutti che ciascuna di noi ha vissuto in questo arco di tempo sono stati condivisi in un clima di reale empatia; le posizioni di apparente contrasto si sono sempre chiarite attraverso un costruttivo confronto.
"Incoraggiare gli ideali di servizio individuale" è stata la conseguenza logica di una comune interpretazione del senso della vita e di una sinergia che ha consentito, con una ripartizione dei compiti, adeguata alla personalità di ciascuna, di perseguire un risultato comune.
"Promuovere la comprensione, internazionale," ha costituito per noi, che viviamo in una terra di frontiera, uno stimolo all'azione: da qualche anno stiamo attuando forme di educazione interculturale, destinate prevalentemente agli studenti di scuola media inferiore.
Gli interventi sono stati finalizzati al confronto tra modelli diversi che, nel rispetto reciproco delle singole identità, consentano conoscenza delle proprie origini e delle proprie differenze, non negate, ma anzi valorizzate per un'integrazione che sia effettiva.
Dopo aver svolto campagne contro la droga in favore di giovani ed operato per l'aiuto psicologico degli anziani, la nostra attività è attualmente diretta al reinserimento sociale di persone emarginate, anche straniere, attraverso il sostegno al centro di recupero Jobel;
nel contempo già all'incirca da dieci anni provvediamo attraverso il C.I.A.I., all'adozione a distanza di bambine cambogiane per sottrarle alla piaga della prostituzione.
Lo spazio limitato non consente l'elencazione delle varie attività sia culturali che benefiche volte dal momento della costituzione e tuttavia l'aver ricevuto nel 1988 la PHF, per il contributo al programma Polio Plus, è sintomo inequivocabile del dinamismo che ha sempre caratterizzato la nostra attività.
Costante è stata l'attuazione dei temi distrettuali nell'ambito dei quali nel 1990 fu realizzato un forum interregionale sull'affidamento familiare;
le interessanti conversazioni delle relatrici del nostro Club ai vari forum e la partecipazione compatta e numerosa alle diverse Assemblee Distrettuali costituiscono gli appuntamenti annuali che ci consentono di tradurre in atto il concetto di associazionismo inteso come circuito di idee, scambio di esperienze ed unità di intenti.
La nomina di due nostre Socie alla carica di Governatrici del distretto 210°, Titti Laganara per l'anno 2000 / 2001, Anna Lomuscio per l'anno 2009/2010,ha rappresentato per il Club motivo di immensa gioia e ulteriore verifica di coesione interna anche nella preparazione coinvolgente e stimolante dell'Assemblea Distrettuale .Nel rinnovo delle cariche distrettuali nell' anno sociale 2012/13 l' amica Paola Infante, già segretaria distrettuale , è stata nominata vice governatrice.
Senza retorica alcuna possiamo affermare che il nostro sodalizio è davvero un'isola felice in cui speriamo di ospitare ognuna di Voi!

Club Contatto Nantes - Ame de Bretagne