Storia


Un gruppo di dodici signore, mogli di rotariani, convinte della validità degli ideali statutari dell’Inner Wheel, fondarono il 25 ottobre 1988 il Club I.W. di Ozieri. Furono nostre “madrine” le socie del Club Inner Wheel di Sassari.
Animate da tanto entusiasmo, nel breve volgere di poche settimane, le Socie fondatrici riuscirono a persuadere altre consorti di rotariani ad iscriversi al nuovo Club, così piano piano la … famiglia è cresciuta ed oggi siamo 24 Socie attive ed una onoraria.
Ripensando ai primi anni, quando dovevamo lavorare sodo per farci conoscere nel territorio, e dovevamo prestare molta attenzione alla scelta dei services, per dare priorità a quelli più significativi e rispondenti alle esigenze della realtà in cui il Club opera, possiamo ritenerci soddisfatte del lavoro svolto: oggi non solo l’Inner Wheel Ozieri è conosciuta ma è anche assai apprezzata dalle Istituzioni Locali, tanto che la nostra collaborazione è sempre richiesta, poiché ci riconoscono capacità organizzative e di largo coinvolgimento della popolazione.
I nostri “services” spaziano da quelli culturali (conferenze su temi di attualità e di medicina, concerti di musica classica e jazz, rappresentazioni teatrali, mostre) a quelli sociali ed umanitari e sono svolti in armonia con tutte le Socie, tra le quali si è creata col volgere degli anni una buona amicizia ed un’ottima sintonia d’intenti. Il Club è gemellato fin dal 1993 con Pau, col quale scambia annualmente una visita, alternativamente a Pau e ad Ozieri. Ha stabilito un “contatto” con Fabriano (209° Distretto) e con Roma Tevere Centro (208°) e con Rodez (Francia)

Services culturali
Incontro con la lirica. L’arte romanica nel territorio di Ozieri .
Forum sul tema: ”Lotta contro le tossicomanie; prevenzione delle tossicodipendenze”
Conferenze dibattito sui seguenti temi:
“Dal recupero alla prevenzione”.
“Correlazione fra colesterolo e dieta”.
“Cause remote nell’educazione familiare e disagi giovanili”.
“Dedicato alle donne: vivono il presente ma progettano il futuro”.
“Alimentazione e salute”.
“L’anziano: dalla solitudine dell’emarginazione al reinserimento nell’attività.
“I diritti dei minori fra scuola e famiglia”.
“Abuso sessuale fisico e psicologico: aspetti legislativi”.
“I giovani e l’Europa”.
“Nuove prospettive di cura in oncologia”.
Inchiesta sul “Disagio giovanile e i correttivi”.
Concerti di: chitarra classica, musica jazz, arpa.
Mostre di: lavori svolti nel tempo libero da persone della terza età; immagini sacre; hobbistica.

Services sociali
Il Club ha collaborato fin dal 1991 con la sezione provinciale di Sassari della “Lega Italiana contro i tumori“ alla quale ha devoluto notevoli somme, raccolte con la vendita di “stelle di Natale”, effettuata ogni anno dalle Socie nella prima domenica di dicembre nelle principali piazze della nostra città. Ha contribuito in questo modo all’acquisto di importantissime attrezzature (mammografo, ecografo, e vari strumenti sofisticati per la diagnosi precoce di tumori) donate alle cliniche dell’Università degli Studi di Sassari. Ha inoltre acquistato l’attrezzatura dell’ambulatorio di oncologia dell’Ospedale di Ozieri ed ha contribuito all’apertura nello stesso ospedale di un ambulatorio per la prevenzione dei tumori femminili.Da alcuni anni, su richiesta di molti concittadini ozieresi, il Club dedica un service a beneficio del locale Ospedale. Dalle somme raccolte, sono state acquistate attrezzature ed arredi per i reparti di pediatria, chirurgia, ginecologia, ortopedia ed oncologia. In collaborazione col Rotary Club di Ozieri, nello scorso mese di giugno è stato acquistato un televisore per la sala d'attesa di oncologia.

Services umanitari
Il Club ha contribuito alle campagne del Rotary per finanziare i progetti: Polio-Plus; Piano Pian; Vita per l’Albania. Ha adottato a distanza un vecchietto della Croazia, che aveva perso tutto a causa della guerra. Ha contribuito a pagare le spese di soggiorno in una casa di cura fuori della Sardegna ad una giovane concittadina malata di tumore.
Il Club ha provveduto a pubblicare un libro di fiabe angolane “Contos infantis”, tradotte in italiano da una nostra Socia, dal cui ricavato è stata costruita una scuola materna in Angola, a Luanda.Il Club, inoltre, ha sempre partecipato ai services dell'I.I.W.