Storia


Il nostro Club è nato nell'Aprile del 1982 , è il primo della nostra provincia ed ha visto crescere già quattro Club solo nel territorio cittadino.
La nostra sede è la Rotary House, situata nel bellissimo Palazzo Averoldi in via Moretto. Qui, insieme ad altri due Club cittadini, con i quali spesso collaboriamo in vari campi, svolgiamo la nostra attività innerina e qualche volta usiamo questo bellissimo spazio per organizzare delle manifestazioni benefiche inerenti ai nostri service.
Siamo un bel Club numeroso: 68 Socie e devo dire sempre molto attive!
Durante l'anno di fondazione è stato costituito un gruppo di socie che si prodiga, due lunedi al mese, a far sentire meno sole alcune signore iscritte "Alle amiche del Lunedì". I momenti d' incontro si svolgono presso un Hotel cittadino e durante gli anni le Amiche sono considerevolmente cresciute di numero raggiungendo il ragguardevole traguardo di 90. Durante la bella stagione
vengono organizzate, per loro e per le Socie che le vogliono accompagnare, delle gite che vedono
la partecipazione sempre numerosa delle nostre amiche.
Nel 1986-87 è nato in collaborazione con il primario del reparto di ematologia pediatrica della Clinica Universitaria della nostra città Prof. Ugazio un service di volontariato attivo presso questo reparto, nel quale ci prendiamo cura dell'attività ludica dei piccoli pazienti e del sostentamento dei loro genitori. Il nostro service si è esteso anche alla donazione di apparecchiature destinate a questo reparto, come pure attrezzature di ricreazione e materiale destinato allo svago dei bambini: apparecchi televisivi, videoregistratori, ecc.
Lunga sarebbe la lista degli enti a cui noi abbiamo dato il nostro contributo, ma non possiamo non ricordare la collaborazione prima ed i contributi alla Scuola Bottega, alla Croce Bianca, Fondazione A.L.Goi, le adozioni a distanza ecc.
Amiamo tutte la nostra bella città e per questo abbiamo sempre dedicato particolare attenzione al suo patrimonio artistico contribuendo a restauri in vari campi: dipinti e stampe della Pinacoteca, una soasa del Duomo Vecchio, antichi manoscritti della Biblioteca Queriniana, due bassorilievi carolingi del Museo di Santa Giulia ed altri.
Siamo orgogliose del percorso che abbiamo fatto insieme e confidiamo di continuare il nostro cammino in armonia ed amicizia come fino adesso è avvenuto.